Overview





Roberto Cingolani

Direttore Scientifico - IIT - Istituto Italiano di Tecnologia

Roberto Cingolani è Direttore Scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), a Genova, dal dicembre 2005. Ha lanciato il programma interdisciplinare Humanoid Technologies, basato sull’idea che l’imitazione tecnologica della natura e dei suoi processi possa fornire soluzioni per migliorare la qualità della vita dell’uomo. Il programma scientifico di IIT combina nanotecnologie, neuroscienze e robotica e ha portato alla realizzazione, in soli 10 anni, della più diffusa piattaforma umanoide del mondo: iCub.
IIT è oggi un centro di ricerca di rilevanza internazionale, con oltre 1600 persone provenienti da 55 nazioni e di età media di 34 anni, 600 brevetti e 18 start up tecnologiche. Nel 2016 IIT è stato classificato dalla rivista Nature fra le prime 25 Rising Stars della ricerca. Nel ruolo di Direttore Scientifico, Roberto Cingolani programma e supervisiona la realizzazione del Piano Scientifico coordinando l’attività dei Dipartimenti del laboratorio centrale di Genova e dei Centri della rete multidisciplinare promossa sul territorio nazionale insieme a università e istituti di ricerca d’eccellenza.
Nel 2016, ha ideato il masterplan del progetto Human Technopole in fase di sviluppo nell’area EXPO di Milano.
È membro del Consiglio della Presidenza del Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita (CNBBSV). È uno dei “campioni” dell’innovazione italiana, ha circa 48 famiglie di brevetti al suo attivo, è autore o co-autore di circa 1000 pubblicazioni su riviste internazionali.
Nel 2001 ha fondato il National Nanotechnology Laboratory (NNL), del CNR-Centro di Ricerche Nazionale, a Lecce, che diventa uno dei più grandi laboratori internazionali di nanotecnologie.
Dal 2001 è stato membro di diversi consigli della Commissione Europea, nell’ambito del Sesto e Settimo Programma Quadro nel campo delle nanotecnologie, nuovi materiali e nuovi sistemi di produzione.
Nel 2000 diventa Professore Ordinario di Fisica Generale alla Facoltà d’Ingegneria dell’Università del Salento dove aveva insegnato dal 1992. È stato Visiting Professor alla Virginia Commonwealth University (VCU) ed all’Università di Tokyo, nonché ricercatore presso il Max Planck Institut a Stoccarda (Germania).
Tra i vari riconoscimenti, è Alfiere del Lavoro e Commendatore della Repubblica insignito dal Presidente della Repubblica italiana.
È laureato ed ha conseguito il Dottorato in Fisica presso l’Università degli Studi di Bari. Ha inoltre ottenuto il diploma di perfezionamento in Fisica alla Scuola Normale Superiore di Pisa.

Presentazione